Le aziende italiane che promuovono i diritti LGBT – Wired

//Le aziende italiane che promuovono i diritti LGBT – Wired

Quali sono le aziende italiane che promuovono di più i diritti lgbt – Wired

C’è un indice che misura quanto le aziende italiane siano attente a creare ambienti di lavoro rispettosi per i propri dipendenti gay, lesbiche, bisessuali e transgender. Si chiama Lgbt diversity index ed è promosso dall’associazione Parks, nel 2018 per il sesto anno consecutivo. Nel 2013 erano 19 le società che hanno risposto all’appello, sottoponendosi a un questionario che rileva a che punto siano sui temi di inclusione. Oggi sono 61, non solo privati ma anche istituzioni. Come la Banca d’Italia, il Politecnico di Milano, l’università di Torino.

Il questionario fa emergere quanto facciano per il mondo Lgbt. “Ma l’obiettivo è anche quello di far comprendere a che punto sono e dove possono arrivare sulla strada dell’inclusione”, spiega Simona Massei, direttore associato di Parks. “L’ambizione è quella che diventi uno strumento di competizione, dove le aziende mostrino il proprio punteggio. Come succede in altri Paesi, per esempio anglosassoni”.

LINK all’intero articolo

2019-11-14T16:01:03+01:0026 Novembre 2018|Rassegna Stampa|

Far parte di Parks vuol dire contribuire alla valorizzazione del talento, promuovere un modello di lavoro sostenibile e partecipare a un progetto innovativo che unisce le più grandi imprese italiane

66 Aziende

1 Business forum

1 Benchmark

Networking

Formazione dedicata

Consulenza organizzativa