slide-index-risultati

GLBT Diversity Index 2015 – IIIª Edizione

igor suran_parks_2Sono sempre di più i datori di lavoro in Italia – aziende private o pubbliche, di compagine societaria italiana o estera, grandi o piccole – che si prefiggono tra gli obiettivi aziendali anche quello legato all’inclusione e al diversity management, anche per i colleghi gay, lesbiche, bisessuali e trans.
Questo perchè diventa sempre più evidente che parlare dell’inclusione significa parlare del valore. Valore in tutte le sue espressioni e in tutte le sue manifestazioni.

Ogni azienda sa quali strumenti utilizzare per misurare il livello di raggiungimento dei propri obiettivi. Quando si parla invece degli obiettivi legati alle diversità e all’inclusione – soprattutto a quelle legate all’orientamento sessuale e identità di genere – molto spesso la mancanza degli strumenti adeguati porta al rallentamento dell’intero processo.
È per questo motivo che ormai da tre anni Parks propone a tutti i datori di lavoro in Italia il Parks GLBT Diversity Index, tuttora l’unico benchmark nel nostro Paese per le aziende che hanno deciso di creare valore anche attraverso ambienti di lavoro inclusivi e rispettosi di tutti i lavoratori, e nello specifico per i colleghi LGBT.

Il nostro Index aiuta le imprese a capire meglio su quali aree di attività focalizzarsi per diventare più inclusivi e dà loro la possibilità di confrontarsi con le altre aziende sul mercato.
È un circolo virtuoso quello che stiamo promuovendo. Un circolo in cui si crea valore, competività e si libera il talento. In cui cambia l’intera società.
In una delle nostre conferenze una giovane persona ha recentemente detto che la sua azienda ha il compito di farla stare bene nel luogo di lavoro. Ed è questo il motivo per cui lavoriamo.

Vorrei ringraziare tutte le imprese che hanno partecipato al nostro Index, assumendo su di sé anche in questo modo, il compito di far stare bene tutte le persone.
Igor Šuran

La brochure

I numeri

0
AZIENDE*
0
SOCI PARKS
0
AZIENDE ESTERE
0
AZIENDE ITALIANE
0
PMI ITALIANE
0
GRANDI IMPRESE

* +53% rispetto alla prima edizione

L’infografica

I vincitori

Best Company

Telecom Italia

Ritira il premio Fabio Galluccio, Responsabile People Caring Telecom Italia

Best Company 2015 - Telecom ItaliaComunicato Stampa Telecom Italia

Best Improvement

Microsoft Italia

Ritira il premio Pino Mercuri, Responsabile Risorse Umane Microsoft Italia

Best Improvement 2015 - Microsoft Italia

Best SME

Zeta Service

Ritira il premio Silvia Bolzoni, Amministratore Unico Zeta Service

Best SME 2015 - Zeta ServiceNews Zeta Service

Credits:
Photo by: Mattia Marinolli
Infografica by: Elena Leoni